QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

News in Primo piano

    ULTIME CIRCOLARI

     

    A tutte le cittadine e i cittadini che partecipano

     alla nostra comunità scolastica,

    alle famiglie tutte a partire dai più piccoli

     

    Le parole della nuova scuola. Lettera aperta per la ripresa della scuola.

    Passare davanti agli edifici scolastici della nostra città e vederli chiusi può far credere che nulla sia cambiato dai tempi del lockdown, tuttavia oggi questo silenzio significa lavoro e preparazione, in questo caso per far ripartire la nostra Scuola, il luogo del nostro futuro nel presente.

    Per questo ho pensato di prendere la parola in questo caldo periodo di attesa: per mostrare come l’Istituto Comprensivo Ferrante Gonzaga, di concerto con il Comune, intende affrontare il nuovo anno scolastico. E’ una fotografia che ancora non ha a fuoco tutti i dettagli, specie quelli più tecnici, ma preferisco rassicurare tutti voi che avete a cuore i nostri alunni presentando uno stato dei lavori non definitivo, piuttosto che rimandare a tempi più favorevoli ingenerando inutili preoccupazioni e ansie. E’ soprattutto un modo rendervi partecipi, magari con entusiasmo, allo spirito di ripartenza.

    Visto che siamo a scuola partiamo con l’alfabeto. In genere si inizia da lì.

    A come Apertura. Lunedì 14 settembre 2020 tutte le bambine e i bambini, ragazze e ragazzi saranno a scuola. Le nostre Aule possono ospitarci tutti, certo qualche variazione ci sarà, ma nessuno perderà i suoi amici o dovrà cambiare plesso, al massimo cambierà di piano. Vi comunicheremo gli orari.

    B come Banchi: saranno distanziati in modo tale da stare tutti al sicuro secondo quanto ci viene prescritto, un metro tra i volti dei compagni e due metri da quello degli adulti.

    C come Cambiare modo di fare scuola.

    D come Distanziamento. Durante la vita scolastica diventa necessario conservare il più possibile i gruppi classe distinti dagli altri, questo per limitare eventuali contagi.

    E come Entrata: per non creare assembramenti saranno moltiplicati i punti di entrata negli edifici. Si dovrà prestare più attenzione, individuare le proprie zone di raccolta, ma andrà tutto bene.

    F come Febbre: se ce l’hai o l’hai avuta almeno fino a tre giorni prima, sta’ a casa. Saremo tutti più tranquilli.

    G come Giocare distanti e rispettare i tempi.

    H come Hai portato la mascherina? Per la precisione due, una nello zaino in una bustina di plastica e l’altra sul volto. Da seduti non è necessaria.

    I come Ingressi scaglionati, non di molto e non per tutti, ma in alcuni casi pochi minuti sono necessari per evitare assembramenti.

    L come Libri, quaderni e altro materiale scolastico: identificali col tuo nome e cerca di non confonderlo con quello dei compagni.

    M come Mensa: è garantita per tutti, stiamo lavorando con l’Amministrazione a come organizzarla, intanto iscrivetevi!  (www.asbr.it)

    N come Niente ansia, non aiuta!

    O come Orari. La nostra organizzazione non subirà riduzioni orarie, stesso numero di giorni e stesso monte ore come gli altri anni.

    P come Protezione individuale: lava spesso le mani con il gel, non dimenticarlo a casa, e porta la mascherina, quella di comunità fatta anche dalla mamma va benissimo.

    R come Rispetto delle regole. Verrà scritto insieme un nuovo Patto di corresponsabilità educativa, tra Scuola e famiglia, nuove regole per una nuova situazione, rispettale.

    S come Stai col tuo gruppo classe, nel caso limiterai il contagio.

    T come Trasporti: l’Amministrazione ci sta lavorando, intanto, come per la mensa, iscrivetevi! (www.asbr.it)

    U come Usa solo il tuo materiale scolastico, penne, colla e gomma. Non è mancanza di generosità nei confronti dei compagni ma una forma di protezione.

    V come Volontà di portare avanti al meglio l’anno scolastico e di affrontare le sfide che ci attendono.

    Z come Zero rischi: non esiste! Per questo ci raccomandiamo e opereremo per la massima sicurezza di tutti. Aiutateci!          

    Certo sarebbe molto bello che il rischio sparisse del tutto e queste rimanessero solo parole. Ma realisticamente non sarà così, il percorso per tornare a scuola in serenità- condizione per gli apprendimenti- avrà certo imprevisti e forse intoppi, ma nessuno ha detto che sarebbe stato facile, avevamo solo scritto che sarebbe andato tutto bene.

     

    Vi aspetto a scuola

    Il Dirigente Scolastico

    Prof. Stefano Costanzi 

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    I RAGAZZI DELLA SECONDARIA SCRIVONO A QUELLI DELLA PRIMARIA

    https://youtu.be/FRsMfm7kdE4

     

     AI BAMBINI E ALLE BAMBINE ISCRITTI IN CLASSE PRIMA